Upupa, come riconoscerla? Prezzo e significato

0
upupa

L’upupa è uno tra gli uccelli più belli che si possono osservare, tra quelli che popolano l’Europa. Il suo piumaggio ha dato origine a molti miti e leggende fin dall’antichità. Questo vale anche per la cresta che caratterizza tutti gli esemplari di questa specie. Riconoscerli è piuttosto semplice, se si sa cosa cercare esattamente. Se nel tuo giardino si trova una mangiatoia per uccelli, allora potresti provare ad attirare l’upupa. Scopri come riconoscerla leggendo questo articolo.

Upupa, come riconoscerla

Senza dubbio, l’elemento chiave per riconoscere un uccello come l’upupa è la sua cresta arancione. Però si tratta di una parte del piumaggio che viene sollevata ed esposta solamente per attirare l’attenzione del partner. Quindi, come si riconosce un’upupa quando non è la stagione degli amori?

Oltre a quelle della testa, che è caratterizzata dallo stesso arancione intenso della cresta, ci sono altre piume molto particolari. Infatti le ali e la coda dell’upupa sono a strisce bianche e nere. Il resto del corpo ha toni di colori che variano dal beige all’arancione. Sul retro della testa, quando la cresta non è sollevata, rimane una struttura a punta piuttosto caratteristica. Inoltre, anche in questo caso ci possono essere delle striature nere.

Il becco dell’upupa è molto sottile e allungato. Si tratta di una caratteristica comune agli uccelli che si nutrono di insetti, scavando tra la corteccia degli alberi. Per quanto riguarda le dimensioni, normalmente questa specie raggiunge i 20-25 cm.

Cosa simboleggia l’upupa?

Secondo le leggende mediorientali legate all’Islam, l’upupa era una spia, un esploratore e un agente segreto personale di un re. Non un re qualunque, però, dal momento che era nientemeno che il saggio re Salomone in persona. Il mito dice che l’upupa si occupava non solo di custodire i segreti del monarca e di diffondere il suo messaggio, ma perfino di rubare l’intelligenza dei suoi avversari.

Gli antichi Greci correlavano l’upupa alla cura della famiglia, mentre in Tibet la sua cresta simboleggia il cappello del Lama. In Italia vedere questo uccello in primavera porta buona sorte, mentre altre leggende antiche lo vedono come l’incarnazione della saggezza e della moralità. Quindi, se incrociate un’upupa, aspettatevi una rivelazione o un cambiamento positivo!

Upupa, quanto costa?

Questo tipo di uccelli risulta piuttosto solitario, dal momento che due esemplari si ritrovano soltanto nel periodo dell’accoppiamento. Ciò nonostante, l’upupa è facile da addomesticare e si riproduce bene anche se si trova in cattività.

A prescindere da queste indicazioni, bisogna essere coscienti del fatto che in Italia l’upupa è una specie protetta. Ciò significa non solo che non si può vendere e nemmeno acquistare. Infatti, anche nel caso in cui si trovi un’upupa che ha bisogno di cure, occorre avvertire un centro di recupero della fauna selvatica. In questo modo si ha un doppio beneficio. Da una parte ci si mette al riparo da eventuali sanzioni. D’alto canto, anche l’uccello può contare sulle cure adeguate. Infatti contattare un centro di recupero permette di sapere se occorre consegnarla, oppure se c’è la posibilità di prendersene cura personalmente.

CONDIVIDI