Borragine cos’è? Indicazioni, proprietà e ricette

0
borragine

La borragine è una tra le piante che possono risultare particolarmente utili. Questo per le proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che la caratterizzano. La sua azione benefica si estende al sistema cariovascolare. Anche in cucina, la borragine diventa un alleato con cui preparare delle ricette rustiche o raffinate, da leccarsi i baffi. Coltivare la borragine nell’orto e averne sempre a disposizione: scopri perché in questo articolo!

Borragine, proprietà e controindicazioni

Le numerose proprietà della borragine si trovano soprattutto nei suoi semi. Questi contengono grandi quantità di acidi grassi polinsaturi, che sono dotati di proprietà antinfiammatorie per i tessuti. Inoltre svolgono un’azione riequilibrante per il sistema ormonale femminile, grazie alla presenza di fitoestrogeni.

L’olio che si ottiene spremendo a freddo i semi di borragine è utile contro gli sfoghi cutanei dovuti ad allergie e alta sensibilità. Tra questi rientrano gli eczemi, la psoriasi e la dermatite. L’olio di semi di borragine è utilizzato come fitoterapia nei casi in cui si presentano irregolarità nel ciclo mestruale, dolori mestruali, amenorrea e cisti ovariche. Torna utile anche per ridurre i sintomi della sindrome premestruale, olte a quelli legati alla menopausa.

L’olio di semi di borragine è un ingrediente di origine naturale impiegato nella formulazione di prodotti estetici. Quindi per rassodare il seno, per ridurre le rughe e le smagliture e per curare le macchie della pelle. Inoltre risulta utile come ingrediente anche per i prodotti cosmetici creati per il trattamento dei disturbi cutanei. Si impiega per le creme volte a trattare le impurità della pelle. Soprattutto quelle legate al ciclo, come l’acne, i punti neri e gli inestetismi causati da una produzione eccessiva di sebo.

Se assunto per via orale, l’olio di semi di borragine può svolgere un’azione protettiva per il sistema cardiovascolare. Ciò non è dovuto solo alle sue proprietà antiossidanti, ma anche perché può favorire la produzione di prostaglandine della serie 1. Queste sono dotate di diverse capacità antiaggreganti piastriniche, oltre che di funzioni cardioprotettive, antisclerotiche e vasodilatatrici. L’impiego di olio di semi di borragine è però sconsigliato a chi assume farmaci anticoagulanti.

La borragine in cucina

Oltre alle numerose proprietà della borragine, questo ortaggio si rivela sorprendente anche in cucina. Le ricette con borragine sono molte e impiegano principalmente le sue foglie, che sono completamente ricoperte da una peluria biancastra. Proprio per questo motivo si consumano soltanto una volta cotte.

Questa pianta è ricca di sali minerali e le ricette con borragine sono il modo migliore per farne il pieno. In cucina si usano le foglie, nello stesso modo in cui si impiegano gli spinaci e le biete. Infatti, si può semplicemente sostituire la borragine a questi ingredienti, per creare delle minestre ottime. Questo ortaggio si presta anche per realizzare ripieni per i ravioli, sia di carne che di magro, o degli gnocchi da condire semplicemente con del burro fuso. Invece, secondo una ricetta napoletana, basta lessare le foglie di borragine per poi ripassarle in padella con l’aggiunta di aglio, olio, acciughe dissalate e un po’ di finocchietto selvatico.

CONDIVIDI