Piante da balcone: quali scegliere

0
Piante da balcone

Ci sono diverse piante e fiori che possono esser usate per abbellire il balcone. Quando si parla di piante da balcone, ci sono infinite possibilità che si possono prendere in considerazione  in base a caratteristiche quali spazio a disposizione, tipo di cura, stagione. Per evitare l’arrivo e la proliferazione di insetti come le zanzare, è sempre buona norma ricordarsi di svuotare i sottovasi delle piante dal balcone perché bastano pochi millimetri per deporre le loro uova. Vediamo alcune opzioni per abbellire terrazzi e balconi.

I gerani

Tra le piante da balcone più usate bisogna per forza partire dai gerani. È la scelta più classica che ci sia con cui è difficile sbagliare! È un must per decorare la ringhiera dal balcone. Il bello del geranio è la fioritura prolungata e la presenza di tante varietà tra cui scegliere come quelle ad edera. I gerani sono semplici da curare e danno molte soddisfazioni. Con la fine della stagione, i vasi vanno tolti e messi all’interno. Se la parte area dissecca, niente paura: con l’arrivo alla nuova stagione, sputano di nuovo foglie e poi i colorati fiori rossi, bianchi, rosa, variegati.

Le aromatiche

Chi non vuole avere troppi fiori sul balcone, può trovare un’alterativa grazie alle aromatiche. Può essere sempre una buona idea sistemare delle aromatiche sul balcone di casa al fine di avere tutto quello che serve per insaporire i piatti preparati in cucina. Le piantine aromatiche come il basilico, rosmarino, salvia, alloro, santoreggia, erba cipollina, menta etc. hanno anche il vantaggio di esser repellenti contro alcuni insetti infestanti.

La lewisia

Tra le piante più adatte da collocare su balconi e terrazzi c’è la lewisia, una succulenta che produce fiori spettacoli che aggiungono una nota di colore. Preferisce esser posizionata all’ombra. Si cura come le altre succulente, cioè evitando eccessive annaffiature causa il suo deperimento. Durante la stagione invernale, se molto rigida, potrebbe essere il caso di ritirarla all’interno.

Il falso papiro

Chi cerca qualcosa di diverso dai classici fiori per il balcone, può orientarsi sul cosiddetto falso papiro per via della sua forte somiglianza con il papiro. Si tratta della pianta che in botanica si chiama Cyperus Alternifolius. È una pianta decorativa che cresce principalmente in vaso per contenerne le dimensioni. Ha però bisogno di esser ben irrigata ed esser ben riparato dal vento forte che può danneggiare gli steli più giovani.

Il gelsomino

Il gelsomino è una delle piante da balcone tra le più usate. Avendo un portamento rampicante, permette di creare privacy. Si usano dei graticci per far arrampicare la pianta e creare delle divisioni tra i balconi confinanti. Ha piccoli fiori bianchi profumatissimi che appaiono in primavera. Necessità di potature regolari per contenere la sua crescita molto veloce.

CONDIVIDI