Gerbere: i meravigliosi fiori con tanti petali colorati

0
gerbere

È ormai arrivata la primavera ed è il momento delle fioritura, dei fiori che sbocciano e dei colori dei petali che attirano le api e altri insetti impollinatori. La fioritura e l’esplosione di colore dei fiori mettono il buon umore e tra i fiori da piantare per ottenere questo effetto, non si può non parlare delle gerbere.

Le gerbere in generale

Le gerbere sono piante erbacee perenni molto belle per via proprio dei colori sgargianti dei fiori che durano a lungo e si usano anche in mazzi di fiori recisi. Fanno parte della famiglia delle asteracee, detta anche composita, proprio come il tarassaco. Il genere gerbera comprende molte specie che sono in grado di crescere anche a un’altitudine superiore ai 1000 m.

Dal rizoma si sviluppano radici che vanno molto in profondità. Le foglie tondeggianti quando sono giovani e lanceolate in seguito, sono grandi, lobate e setose al tatto. Al centro del ciuffo di foglie, si sviluppa uno stelo che termina con una infiorescenza molto vistosa. I fiori possono assumere diverse colorazioni: bianco, giallo, rosso, rosa, fucsia, viola, lillà, verde. I tanti petali ben aperti e lunghi possono ricordare ad alcuni una margherita. Il disco centrale in alcune specie è di colore chiaro mentre in altre nero. Ci sono gerbere a fiore semplici o anche doppi con ancora più petali (come quelli in foto).

La temperatura ideale le gerbere

Le gerbere per crescere bene hanno bisogno di una buona esposizione, ma non al sole diretto. Ci vuole anche una buona areazione. Sarebbe meglio evitare di seminarle piantarle in pieno campo. Per quanto riguarda la temperatura, di notte vanno bene 15° C mentre di giorno dovrebbero esser tra i 20 e i 25° C. In inverno, la colonnina di mercurio non dovrebbe scendere al di sotto dei 5° C.

Quando si parla di gerbere, non conta solo la temperatura esterna ma anche quella del terreno perché se non è ideale, la pianta non sviluppa un buon impianto radicale. Il terreno ha una temperatura bassa, i fiori sono piccoli  con steli corti. Dovrebbe quindi esser almeno tra gli 8 e 10° C.

Come annaffiare

La pianta deve essere annaffiata con regolarità affinché il terreno resti sempre leggermente umido ma non fradicio. Le annaffiature sono regolari da maggio fino a ottobre, trascorso il quale si deve ridurre. Solo con una annaffiatura nella bella stagione costante si ottiene la spettacolare fioritura che si desidera tanto.

Il terreno e i rinvasi

La gerbera preferisce un terreno ricco di sostanza organica, leggero e che aiuti il deflusso dell’acqua di irrigazione in eccesso. Sebben molto spesso le gerbere si coltivino in giardino e nelle aiuole, nulla vieta di sistemarle in un vaso. Quando però si fa il rinvaso, di solito in primavera, bisogna evitare di interrare il colletto della pianta altrimenti potrebbero sorgere delle malattie fungine.

CONDIVIDI