Topinambur, la pianta dai mille usi utilissima in cucina

0
topinambur

Il topinambur (Helianthus tuberosus) viene chiamato anche “rapa tedesca” o “carciofo di Gerusalemme”. Si semina a marzo e si tratta di un ortaggio che sorprende. Questo perché non solo i suoi tuberi hanno un sapore piuttosto caratteristico, ma anche perché sono davvero ricchi di benefici. Senza contare che risulta molto facile da digerire, nonché dietetico. Scopri tutti i vantaggi dei tuberi di topinambur in questo articolo!

Topinambur: aspetto e proprietà di questo tubero

Il tubero di topinambur si presenta come una radice ingrossata, dalla forma simile allo zenzero. A differenza di questo non è di colore giallo, ma è marrone chiaro con striature violacee. Internamente è bianco come una rapa.

Come si è accennato in precedenza, il topinambur non solo è dietetico, ma è anche adatto ai diabetici. Questo perché il suo indice glicemico è molto basso. Infatti, si assesta intorno a 50, a fronte di quello di altri tuberi più comuni, come le patate, il cui indice glicemico equivale a 117 se cotte al microonde, a 93 per la cottura al vapore e a 77 per quanto riguarda le patate lesse.

I topinambur sono ricchi di vitamine e sali minerali. Sono perfetti anche per i celiaci e per coloro che hanno un’intolleranza al glutine, perché risulta totalmente privo di tale sostanza. Del resto, bisogna prendere in considerazione anche il fatto che questo tubero aiuta a ridurre i livelli di zuccheri presenti nel sangue.

Il topinambur è ideale anche per chi preferisce assumere alimenti proteici di origine vegetale, di cui questa radice è ricca. Lo stesso vale per le persone che puntano ad accelerare il metabolismo, come succede nel caso degli atleti e di chi ci tiene alla forma fisica. Inoltre, l’alto contenuto di fibre di questa pianta si rivela utile contro la stitichezza.

Tra le molte proprietà, che rendono questo tubero così importante da inserirlo nella propria dieta, rientra anche la sua azione disintossicante. D’altra parte, i topinambur sono impiegati anche per contrastare l’anemia, oltre che lo stress e la sensazione di stanchezza, su cui ha un’azione energizzante.

Topinambur in cucina, tuberi che sorprendono

Come pulire il topinambur

La preparazione del topinambur inizia valutando lo spessore della buccia. Se è sottile, basta sciacquare il tubero dalla terra. Altrimenti, si può sbucciare con un coltello affilato o un pelapatate.

Si tratta di un ortaggio che può macchiare le mani, come i carciofi. Quindi è meglio sbucciarlo e tagliarlo indossando dei guanti da cucina. Bisogna evitare che il tubero di topinambur si annerisca, dopo averlo preparato per usarlo nelle ricette. Quindi è bene metterlo in acqua e limone fino al momento del suo impiego.

Come usare il topinambur nelle tue ricette

I topinambur si possono consumare sia crudi, in insalata, sia cotti. I metodi di cottura possono essere i più svariati: bolliti, al forno o in padella, fritti o al vapore, sapranno sempre conquistare. Ripassato con aglio e peperoncino diventa ottimo, ma per un condimento leggero sono sufficienti olio, sale e succo di limone. Si sposa con patate, rape, carciofi, zucca e funghi. Per aromatizzarlo si può usare il timo o la senape.

CONDIVIDI