Orto febbraio: cosa raccogliere, seminare, piantare…

0
orto febbraio

Chi cura un orto domestico, nel mese di febbraio deve lentamente riprendere il lavoro all’aperto. Soprattutto verso la fine del mese e nelle zone a sud della penisola, il clima non è più così rigido e iniziano ad esserci belle giornate di sole. Pure al nord, nelle ore centrali della giornata, c’è bel tempo per stare all’aperto e lavorare nell’orto. Meglio però ricardare di fare attenzione alle gelate e all’abbassamento delle temperature durante la notte. Per questo motivo, è utile sapere quali sono i lavori da fare nell’orto a febbraio.

I lavori nell’orto di febbraio

La prima cosa da fare è pulire l’orto da eventuali colture che dovrebbero aver finito il ciclo come le crucifere, il sedano, le cipolle. Ora il prossimo passo è quello di vangare e sminuire le zolle sugli appezzamenti. Ovviamente, il terreno deve esser ben asciutto e non congelato perciò meglio lavorare nel pomeriggio e dopo 3 giorni dalla pioggia. È bene incorporare un po’ di fertilizzante di tipo granulare specifico per orto per rendere il terreno ancora più fertile.

Chi ha una serra ricordi di arearla nelle ore centrali della giornata per evitare l’accumulo di umidità all’interno. Si possono già preparare gli appezzamenti dividendo il terreno in zone e sistemando i camminamenti. È la prima fase preparatoria in vista dell’arrivo della bella stagiona durante la quale si procede alla messa a dimora delle piantine.

Le semine del mese ai febbraio

In particolare nella seconda metà del mese, arriva il momento di seminare le verdure che si metteranno nell’orto. Convien usare comunque un semenzaio oppure procede in un ambiente riscaldato ma ben luminoso per favorire la germinazione e avere un buon numero di vegetali. È il momento di seminare basilico, melanzane, peperoni, pomodori, lattughe ma anche cavolfiori e broccoli di tipo primaverile. Questi sono i più semplici che anche chi è agli inizi può seminare e avere buoni risultati.

Invece sono un po’ più ostiche le cucurbitacee come zucchine, angurie, meloni e cetrioli da tenere ancora in serra. Altre verdure che possono esser messe già in campo se le temperature notturne le consentono, sono biete, coste, carote, piselli, barbabietole, spinaci, rucola, ravanelli. Se di notte fa ancora freddo, è possibile proteggere i delicatissimi germogli con un tessuto non tessuto, anche doppio. Per quanto riguarda i tuberi come le patate, si possono già mettere a germogliare in cassoni di sabbia ma le temperature devono essere di circa 15° C.

Messa a dimora nell’orto di febbraio

Nell’orto a febbraio si può mettere a dimora carciofi, porri, asparagi, patate precoci, aglio, cipolla e scalogno, ovviamente solo dopo aver lavorato bene il terreno.

CONDIVIDI