Alla scoperta del timo e delle sue proprietà magiche

0

Il timo è una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina per il suo aroma e più apprezzate per le sue proprietà benefiche e terapeutiche.  Questa pianta, conosciuta anche con il nome di timo officinalis o Thymus vulgaris, appartiene, come la menta, alla famiglia delle Lamiaceae. E’ una pianta arbustiva ed è utilizzata come pianta aromatica e officinale. Siete sicuri di sapere già tutto quel che c’è da sapere?

Timo pianta proprietà

Parlare di timo proprietà terapeutiche, benefici ed eventuali controindicazioni apre tantissime porte. Si può parlare del suo utilizzo in cucina, degli oli essenziali ricavati dalle foglie di timo e molto altro. Si tratta di una pianta sempreverde e che cresce anche spontaneamente nelle aree dal clima temperato e con terreni ben drenati. Le sue foglie sono piccolissime e si presentano con un colore verde chiaro e un aroma piuttosto intenso. E’ una pianta aromatica molto semplice da coltivare in vaso o nell’orto. La semina va fatta in primavera, ma è possibile trapiantare direttamente le piantine già pronte. Oltre alla varietà più classica ne esistono anche alcune particolari come il timo limone, dall’inconfondibile aroma leggermente agrumato.

Timo benefici

Per approfondire l’analisi del timo, proprietà e benefici non si possono non ricordare i valori nutrizionali che questo apporta al nostro organismo.

Tra le proprietà timo si ricorda che:

  • migliora la colesterolemia, la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa,
  • contrasta l’acne, la tosse e le infezioni che colpiscono il tratto respiratorio,
  • è un ottimo anti microbico e anti infiammatorio.

Il timo è anche fonte di vitamine (A, B6 e C), fibre, ferro, calcio e manganese. Dal timo si ricava anche un ottimo olio essenziale costituito da timolo (30-70%), carvacrolo (3-15%), p-cymene, terpinene e altre componenti secondari.

Timo controindicazioni

Dopo aver approfondito nel dettaglio le proprietà del timo non si può non fare riferimento alle eventuali controindicazioni legate al consumo della pianta. Se lo si consuma in quantità adeguata il timo non dà luogo a particolari controindicazioni. Le cose cambiano quando si eccede con il consumo e in questo caso possono manifestarsi disturbi gastrointestinali, mal di testa e irritazioni cutanee. E’ sconsigliata l’assunzione di timo a chi soffre di ipotiroidismo in quanto interferisce con le normali attività della tiroide.

Viste le caratteristiche di timo pianta proprietà si sconsiglia l’uso in caso di dermatiti, ulcera peptica e gastrite. Il consumo è sconsigliato, a solo scopo precauzionale, in gravidanza e durante l’allattamento. Dell’olio essenziale timo controindicazioni possono manifestarsi in caso di assunzioni eccessive. Anche in questo caso potrebbero comparire nausea, mal di testa e vomito.

Timo a cosa serve e come si usa

Parlare di proprietà del timo implica approfondire anche i suoi utilizzi. Dal punto di vista del gusto ricorda un’altra pianta aromatica, l’origano, motivo per cui si presta per arricchire piatti salati di ogni tipo. E’ ottimo abbinato alle patate al forno, per insaporire la carne e il l pesce, le insalate miste e le verdure estive come i pomodori, i peperoni e le zucchine.

CONDIVIDI